Mandorle

In attesa del nuovo raccolto USA gli stock bassi trasmettono rialzi alle quotazioni

Mercoledì, 19 Giugno 2024

USA

Il mercato delle mandorle USA sta attraversando una fase di rialzi di prezzo. La quotazione della N. Pareil N1 23/25 consegnata Europa, da metà maggio, ha registrato un +15%, tornando ai livelli di febbraio 2022, superiori a 6.200 $/t.

I rialzi sono soprattutto riconducibili a una domanda ancora sostenuta che, in attesa dell’arrivo del nuovo raccolto 24/25, si scontra con una limitata disponibilità di prodotto 23/24.

Secondo gli ultimi dati dell’Almond Board of California, infatti, a maggio, le spedizioni USA (export+interne) hanno registrato un +16% rispetto a maggio 2023. In particolare:

  • Le esportazioni hanno segnato un +14% rispetto a maggio 2023. A livello cumulato (ago-mag), con oltre 765.000 t, risultano superiori del 6% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna, a livelli record per il periodo.
  • Le spedizioni interne sono aumentate del 19% rispetto a maggio 2023. A livello cumulato, +2% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna.

Conseguentemente, gli stock commercializzabili dell’industria risultano inferiori del 37% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna.

A maggio, inoltre, sono iniziate le vendite sul prossimo raccolto. I volumi 24/25 già contrattualizzati sono stati superiori del 201% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna (+428% export, +47% interni). Le maggiori vendite di nuovo raccolto sono riconducibili alle buone aspettative sul raccolto 24/25.

Per la prossima campagna, infatti, le prime previsioni (“Subjective Forecast Report” di maggio) pubblicate da USDA (vedi precedente highlight), sono di una produzione di 1,36 Mio t, +22% rispetto alla campagna corrente (stimata a 1,12 Mio t). Si tratterebbe del livello più alto dopo il record della campagna 20/21, grazie a un recupero delle rese del 21% le quali avrebbero beneficiato di un meteo favorevole sia durante i mesi invernali che nel corso della fioritura.

Il 10 luglio 2024, USDA pubblicherà l’Almond Objective Report, il quale, basandosi su misurazioni sul campo effettuate in un periodo più vicino al momento di raccolta, fornirà una previsione più accurata della produzione per la campagna 24/25.  

SPAGNA

La Spanish Almond Association (Aeofruse) prevede un raccolto 24/25 a 125.000 t, +10% rispetto alla campagna corrente. Il dato risulta inferiore del 4% rispetto alle aspettative condivise da INC di 130.000 t (+30% rispetto alla campagna corrente stimata a 100.000 t).

L’aumento sarebbe favorito dall’entrata in produzione di nuovi ettari nelle regioni di Castilla-La Mancha e Andalucia, oltre che dall’arrivo delle piogge in alcune aree di produzione. In particolare, in Andalucia, principale regione di produzione, le aspettative sono di un raccolto a 41.582 t, +25% rispetto alla campagna corrente (33.135 t), grazie a un aumento delle aree (+7.133 ettari, di cui 4.440 irrigati).

AUSTRALIA

Il raccolto 2024 (terminato a maggio) si è attestato su livelli record. Secondo l’Almond Board of Australia (ABA) la produzione avrebbe raggiunto 164.700 t, +59% rispetto al raccolto 2023 (103.381 t).

Il maggior livello di offerta risulta evidente anche dal ritmo delle esportazioni. Come mostrano i dati dell’Almond Board of Australia, nei primi due mesi di commercializzazione della nuova campagna (marzo 2024) i volumi spediti hanno raggiunto un record per il periodo, +14% rispetto allo stesso periodo 2023.

 

  • Prezzi

  • Supply/Demand & Trade

Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Avvio Cron Job