Mandorle

Meteo e costi produttivi principali incognite sul prossimo raccolto 24/25

Venerdì, 16 Febbraio 2024

USA

In un contesto di domanda in recupero, i prezzi del prodotto USA continuano ad essere supportati da un’offerta limitata (quantitativamente e qualitativamente). La quotazione della Non Pareil N1 23/25 consegnata Europa, da inizio gennaio, ha registrato un aumento del +7%; +22% dal minimo di inizio campagna.

L’Almond Board of California (ABC) ha pubblicato il Position Report di gennaio.

Le spedizioni (export + interne) hanno raggiunto un livello record per il mese, +3% rispetto a gennaio 2023, trainate soprattutto dal buon ritmo della domanda estera.

  • L’export ha registrato unaumento del 6% rispetto a gennaio 2023, si tratta di un record per il mese. A livello cumulato (ago-gen), i volumi risultano inferiori solo al record della campagna 20/21, +12% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna (+19% prodotto in guscio, +10% prodotto sgusciato).
  • Le spedizioni interne, a gennaio, sebbene in recupero del +11% rispetto al mese precedente, risultavano invece inferiori del 5% rispetto a gennaio 2023. A livello cumulato (ago-gen), -1% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna.

Il raccolto ricevuto dall’industria, da inizio campagna (agosto), ha raggiunto circa 1,09 Mio t, -3% rispetto allo stesso periodo della scorsa campagna, al livello più basso, per il periodo, dalla campagna 18/19. Si tratta del 92% del totale previsto dall’ABC e da USDA di 1,18 Mio t (+1% vs. 23/24). Mediamente, a fine gennaio, l’industria riceve circa il 98% del raccolto totale. Areté considera quindi maggiormente credibile una produzione 23/24 di circa 1,14 Mio t, quindi un calo rispetto alla scorsa campagna (stimata da USDA a 1,16 Mio t).

Intanto si avvicina il periodo di fioritura 24/25 (da marzo) e, secondo l’ultimo rapporto pubblicato da Blue Diamond, il fenomeno La Niña ha recentemente portato una notevole quantità di pioggia nella Central Valley della California. Sebbene le precipitazioni siano state benefiche per ricostituire l’umidità del suolo – dopo il clima secco degli ultimi mesi del 2023 - hanno posto sfide significative per i produttori che cercavano di completare le attività durante la stagione dormiente. 

Se la disponibilità idrica non rappresenta una preoccupazione – viste anche le abbondanti riserve idriche residue dallo scorso anno - gli elevati costi produttivi rappresentano un potenziale rischio sulle rese. Infatti, i prezzi poco remunerativi delle mandorle, hanno portato i coltivatori a modificare o eliminare alcune pratiche colturali come la potatura o il controllo delle infestanti.

AUSTRALIA

Con la raccolta 2024 alle porte, si confermano aspettative di un recupero produttivo. Secondo l’Almond Board of Australia (ABA), la produzione raggiungerà un record a circa 164.700 t, +59% rispetto al raccolto 2023 (stimato a 103.381 t) grazie a una combinazione di rese di “carica” e una buona disponibilità idrica. Il dato risulta superiore rispetto alla previsione USDA di 140.000 t (+28% vs raccolto 2023 stimato a 109.000 t).

In attesa dell’arrivo del nuovo raccolto, il livello di stock continua ad assottigliarsi sulla scia di un livello di export finora sostenuto nonostante il deludente raccolto 2023.

Secondo i dati dell’ABA, le esportazioni a livello cumulato (marzo - dicembre 2023), hanno toccato 99.530 t, un record per il periodo, in aumento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2022.

 

  • Prezzi

  • Supply/Demand & Trade


Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Avvio Cron Job