Nocciole

L’intervento del TMO e la ripartenza della domanda alimentano i trend di prezzo.

Giovedì, 09 Settembre 2021

Con l’inizio della campagna di acquisto del TMO e l’incertezza sull’entità del raccolto 21/22 (vedi precedente highlight) i prezzi del prodotto turco mantengono un trend rialzista. Come da previsione, +12% da fine luglio.

Anche la domanda è in aumento, i dati della borsa di Giresun mostrano infatti come gli export turchi, ad agosto, siano stati superiori del 39% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Da segnalare come le piogge di fine agosto potrebbero rallentare la fase di essiccazione delle nocciole, fornendo ulteriore supporto ai prezzi.

In esportazione pesa anche la fase di rafforzamento della lira turca, il cambio €/TRY da inizio giugno è calato di circa il 6%.

La domanda di prodotto turco è alimentata dall’aumento del fabbisogno di importazione in UE, complice il drastico calo produttivo in Italia. Secondo le previsioni Nutfruit il raccolto raggiungerà le 70.000 t, -56% rispetto alla campagna 20/21. Meno pessimistico lo scenario 21/22 fornito da ISTAT che prevede comunque un calo del 21%.

Mercato nazionale che registra importanti rialzi; +42% su Avellino da luglio. Recentemente è stato anche annunciato il primo prezzo per la nocciola piemontese IGP tra 3,6-4 €/ Kg; circa +26% rispetto al prezzo medio della scorsa campagna (3 €/ Kg).

  • Prezzi

  • Supply/Demand & Trade

 

Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Avvio Cron Job