Zucchero

La Commissione abbassa la previsione sulle rese 21/22

Mercoledì, 23 Giugno 2021

I prezzi internazionali stanno attraversando una fase di debolezza; da inizio giugno New York e Londra hanno perso rispettivamente circa il 7% e il 9%.

Il premio dello zucchero bianco rispetto al grezzo si mantiene ad un livello particolarmente basso, inferiore a 60 $/t rispetto a una media degli ultimi 10 anni superiore a 80 $/t.

A pesare è soprattutto l’aumento dell’offerta indiana, secondo l’Indian Sugar Mills Association, da inizio campagna, la produzione è aumentata di oltre il 13% rispetto alla scorsa campagna con un ottimo raccolto e l’aumento del crushing.

I prezzi dello zucchero hanno anche risentito delle piogge in Brasile e dei prezzi dell’etanolo brasiliani ancora bassi nonostante l’aumento dei prezzi del petrolio.

In UE i prezzi si mantengono invece stabili, con quotazioni sul 2022 in graduale aumento. L’attenzione è tutta rivolta al futuro raccolto. La Commissione ha recentemente rivisto a ribasso la previsione di rese a 73,6 t/ha rispetto alla previsione di 75,5 t/ha del mese scorso. Rese che, a fronte di un calo delle aree seminate previsto di circa l’1% saranno cruciali per definire il fabbisogno all’import della prossima campagna. Le quotazioni forward dello zucchero reso Italia superano abbondantemente i 500 €/t.

Da monitorare il rafforzamento del Real brasiliano e l’aumento dei prezzi del petrolio come fattore di rischio rialzista sui prezzi internazionali.

  • Prezzi

  • Supply/Demand & Trade

 

Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Avvio Cron Job