Farina di Soia

La commercializzazione della soia sud americana può innescare nuovi ribassi

Giovedì, 02 Maggio 2024

La lunga fase di flessione dei prezzi del seme di soia ha trasmesso debolezza anche alle quotazioni della farina di soia tra la metà di novembre e la fine di febbraio, sulla scorta di buona aspettative di produzione di seme in Sud America. La fase prolungata di discesa ha tardato a trasmettersi ai prezzi sul mercato nazionale, dove i prezzi della farina di soia si sono mantenuti sostenuti fino ad inizio febbraio, prima di cedere l'11% su base media mensile tra febbraio e marzo ed ancora il 5% il mese successivo, pur a fronte di un mercato all'origine (USA e Argentina) che è andato a stabilizzarsi tra marzo e aprile (+0,5% su base media mensile). 

Nel primo trimestre dell'anno, l'attività di crushing a livello mondiale è stata intensa (+8% vs Q1-2023, secondo le stime di Oil World), stimolata dalla crescente domanda di oli di semi, a fronte del rialzo dei prezzi dell'olio di palma. La fervente attività di crushing ha portato all'accumulo di stock di farina, nonostante buoni livelli di domanda. Dopo un mese di marzo di stabilità, le quotazioni della farina di soia su CME hanno tuttavia incassato un 5% di rialzo nel corso di aprile, sostenuti dagli sviluppi incerti del mercato del seme di soia e dall'ondata di ribassi che ha invece caratterizzato i prezzi dell'olio di soia, innescata dalla debolezza dei prezzi dell'olio di palma.

La piena commercializzazione del seme di soia di origine sud americana sarà l'occasione per un ulteriore aumento del crushing nel Q2-2024, che creerà un surplus di offerta sul mercato della farina, creando l'occasione per una discesa delle quotazioni rispetto ai livelli correnti. Alla fine di aprile, la raccolta in Argentina era completata per il 25% e per il 91% in Brasile.  

Nelle prossime settimane, sarà da mantenere monitorata la fase di semina del seme di soia negli USA, attualmente completata per il 18% e con un certo anticipo rispetto alla media quinquennale (10%). Secondo i dati che USDA ha diffuso durante l'Agricutural Outlook Forum di fine febbraio, le prospettive per il prossimo raccolto di seme di soia USA sono di un aumento produttivo (+8%), raggiungibile grazie ad un aumento delle superfici seminate (+5%). 

 

  • Prezzi

  • Supply/Demand & Trade

Informativa
Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

Avvio Cron Job